Guida per matrimonio: come organizzarlo passo per passo

Sebbene possa essere il tuo sogno di una vita, pianificare un matrimonio può essere piuttosto travolgente.

Anche se le coppie spesso assumono professionisti per aiutare a gestire i loro piani di matrimonio, ci sono molte ragioni per cui decidere di assumerti la maggior parte delle responsabilità. Forse stai lavorando con un budget limitato o forse semplicemente ami tutte le possibilità fai-da-te: in ogni caso, dovrai pensare a molti dettagli extra, ma non è possibile pianificare il matrimonio dei tuoi sogni in completa autonomia!

L’organizzazione è la chiave per avere tutto sotto controllo quando ti trovi di fronte a decisioni, elenchi, scadenze e vita di tutti i giorni. Il primo passo è assicurarsi di partire con i tempi larghi: se possibile inizia con un anno di anticipo e non dimenticare di coinvolgere anche il tuo partner in questo passaggio. Il vostro matrimonio dovrebbe rappresentare entrambi, insieme come coppia.

Quindi, come organizzare il matrimonio passo passo? Di seguito ti daremo i nostri migliori consigli da tenere a mente ma, in tutto questo, non dimenticare di divertirti! Questo è il tuo matrimonio dopo tutto. Non accanirti sui piccoli dettagli e concentrati su ciò che è veramente importante: celebrare l’amore che voi due condividete e sposarvi, il tutto circondati dai vostri amici e familiari.

Ecco i nostri 32 migliori consigli su come pianificare il tuo matrimonio, dall’organizzazione degli allestimenti fino agli adempimenti burocratici.

Ecco come organizzare il matrimonio in 32 mosse

Foto di Stefano Scapin
Foto di Stefano Scapin

Quando si tratta di come pianificare un matrimonio, è una buona idea seguire una lista di controllo e affrontare i passaggi elencati in ordine. C’è un modo per evitare di impazzire, ed è quello di attenersi a una lista di controllo per la pianificazione del matrimonio, che garantirà un processo fluido e relativamente privo di stress.

1. Imposta il budget del tuo matrimonio e rispettalo

Il budget del tuo matrimonio sarà il fattore trainante per molte delle tue decisioni che affronti, quindi deve essere il primo aspetto da decidere. Se qualche membro della famiglia contribuirà, discuti con loro su ciò che sono a loro agio a spendere.

Potrebbe non essere la parte più divertente del processo, ma è un compito che deve essere completato prima perché mette in moto il resto del processo di pianificazione del matrimonio. L’ultima cosa che vuoi è innamorarti di un locale, un venditore, un vestito e renderti conto che è completamente fuori portata.

Una volta che hai quel numero magico, attieniti ad esso! Non dimenticare di pensare a una riserva del 10% per quei costi imprevisti o impulsi che inevitabilmente sorgono.

2. Delinea un elenco di priorità per il giorno del matrimonio

Siediti con il tuo partner e determina quali saranno i tre aspetti più importanti del tuo matrimonio. Si tratta della location o di una data specifica? Oppure non volete rinunciare a un certo fotografo di matrimoni o a una band dal vivo? Dai priorità a questi dettagli e sii disposta a scendere a compromessi sul resto. Questo ti aiuterà a rimanere all’interno del tuo budget e ti permetterà di concentrare i tuoi sforzi su ciò che conta davvero.

3. Scarica un’app per la pianificazione di matrimoni

Puoi utilizzare liste di controllo, fogli di calcolo, Word, Excel, Google Docs, qualsiasi cosa, purché tu possa raccogliere tutti i tuoi pensieri, budget, contatti, ecc., in un unico posto.

Sarai in grado di supervisionare tutto al meglio con un’app per la pianificazione di matrimoni, che potrai controllare anche mentre sei in viaggio, piuttosto che semplicemente seduta davanti al tuo computer. Con un planner digitale puoi accedere agli strumenti di pianificazione, sfogliare e contattare i fornitori e affrontare molte delle attività elencate di seguito direttamente dal tuo dispositivo mobile. E non dimenticare di avere sempre con te l’app di Showgroup!

4. Scegli un tema

Foto di Septem Visual
Foto di Septem Visual

Una delle parti più divertenti di come organizzare un matrimonio è trovare l’ispirazione. Scegli un tema che vi rappresenti: preferite un’atmosfera super-classica e formale? O forse uno stile di matrimonio più rilassato e rustico? O ancora preferite optare per un matrimonio a due?

La scelta è vostra, ma è una buona idea iniziare a sfogliare Pinterest, Instagram e le ultime tendenze del matrimonio per iniziare a considerare i colori, le idee per gli allestimenti e gli addobbi e altro ancora. Una volta che hai in mente un’estetica, è più facile prendere decisioni in termini di design e, in generale, tutto sembra più coeso.

Ti consigliamo di iniziare questo processo in anticipo, ma di metterlo in moto una volta che hai selezionato la tua sede e fissato una data.

5. Coinvolgi il partner

Anche se vorresti avere tutto sotto controllo è sbagliato gestire l’intero matrimonio da sola! Consulta il tuo partner durante i preparativi; la sua opinione è destinata ad essere preziosa e renderà l’intero processo organizzativo molto più leggero e divertente. Lavorare verso un obiettivo comune non solo lega ulteriormente te e il tuo partner, ma ti aiuta anche a crescere come coppia, imparando ad affrontare ogni problema come una squadra.

6. Pensa alle date (e alle stagioni)

Foto di Valentino Sorrentino
Foto di Valentino Sorrentino

Scegli alcune date ideali per il tuo matrimonio e cerca di essere flessibile, se possibile, in modo da non essere vincolata quando tenti di prenotare il luogo del matrimonio e i fornitori.

Prendi in considerazione fattori esterni, come ad esempio l’alta stagione, che potrebbe portare molti sposi a richiedere le stesse date (rendendo la disponibilità scarsa e i prezzi più alti), se le date sarebbero difficili da conciliare per i tuoi ospiti e le differenze di prezzo di location e fornitori tra le stagioni.

7. Prendi in considerazione l’idea di organizzare un matrimonio in spiaggia…

Un matrimonio in spiaggia è uno dei sogni più ricorrenti di molte coppie che vogliono dire “lo voglio” con il mare sullo sfondo e la brezza marina che soffia. Sposarsi in spiaggia prevede l’organizzazione di un rito civile o un matrimonio dal valore simbolico che, a differenza del primo, non ha validità legale. 

Per organizzare il matrimonio civile sulla spiaggia, dovrai informarti presso l’Ufficio di Stato Civile del Comune in cui si trova la location scelta per la celebrazione. Potrai quindi fare richiesta per affittare quello spazio e verificare la disponibilità del Sindaco o di un Ufficiale di Stato Civile per celebrare l’unione. 

A seconda del Comune scelto, ci saranno alcuni documenti da produrre: in questo risulta sostanziale il supporto di una wedding planner per organizzare un perfetto matrimonio in spiaggia con rito civile e alleggerire il carico di stress e ansia negli sposi. 

8. …o in giardino!

Che si tratti del cortile dove hai giocato da bambina, della casa al mare dei genitori del tuo partner o del casolare di campagna dei tuoi nonni, pianificare un matrimonio nel giardino di casa è un’idea straordinaria, ma ricorda, serve molto lavoro per trasformarlo in una location da favola! E’ la nuova tendenza del backyard wedding, che sta affascinando molte coppie anche in Italia.

Un matrimonio in giardino è perfetto per le coppie che desiderano un’atmosfera sentimentale unica, amano stare all’aria aperta o vogliono realizzare il loro matrimonio da sogno con un budget limitato. Ci sono così tanti vantaggi, inclusi costi e convenienza, ma molte sono le cose da tenere a mente in fase di organizzazione.

9. Inizia a lavorare sulla tua lista degli ospiti

Prendere decisioni sulla lista degli invitati può essere un processo complicato, perché influisce soprattutto sulla location e sul budget.

C’è una grande differenza tra organizzare un matrimonio di 50 persone e un matrimonio di 300 persone, quindi siediti con il tuo partner e i membri chiave della famiglia per mettere insieme una possibile lista che non scontenti nessuno. Tuttavia, è probabile che dovrai fare alcuni tagli. Dovrai anche decidere se vuoi invitare i bambini e a chi verrà assegnato un +1, per un eventuale ospite.

Una volta definita la lista degli invitati, è il momento di scegliere le persone che ti staranno accanto nel tuo grande giorno. Dovrai scegliere testimoni ed eventuali damigelle d’onore, chiedendo loro di assumere questo importante ruolo. Se vuoi saperne di più, scopri quali sono i compiti della damigella d’onore e cosa può fare per te!

10. Parla con altre coppie sposate

Foto di Calogero Videografo
Foto di Calogero Videografo

Hai partecipato di recente a un matrimonio che ti è piaciuto molto? Chiedi a quella coppia consigli e approfondimenti. Probabilmente hanno molti suggerimenti e trucchi che sarebbero più che felici di condividere con te. A volte, amici e familiari sono le migliori risorse, anche per cercare di capire cosa può non piacere nell’ottica degli invitati.

11. Restringi le date

Prima di prenotare la location dovrai iniziare a restringere le possibilità in merito alla possibile data. Ti consigliamo di partire da una serie di potenziali scelte prima di iniziare a contattare il luogo del ricevimento.

Per prima cosa, pensa alla stagione in cui ti piacerebbe sposarti e se un matrimonio del sabato sera è un must (comodo per tutti trattandosi di un festivo, ma potenzialmente più costoso e competitivo) o se sei aperta a un matrimonio in un giorno feriale (meno richiesto e più conveniente).

Quindi, dai un’occhiata al calendario, tenendo conto degli orari di lavoro, delle vacanze, degli impegni familiari, ecc. e man mano escludi varie date, fino ad arrivare a quella definitiva.

12. Scegli la location

Ora che hai in mente un budget, un numero stimato di ospiti e alcune potenziali date di matrimonio, hai tutte le informazioni necessarie per prenotare un luogo di nozze, una delle parti più importanti della nostra guida su come organizzare un matrimonio.

Leggi le recensioni online delle strutture, visita quelle che più ti piacciono di persona e lavora con il tuo partner per trovare la cornice ideale del tuo matrimonio da sogno. Su Showgroup puoi consultare facilmente le vetrine delle più belle dimore storiche, dei ristoranti e degli hotel, per poter chiedere disponibilità e preventivi senza impegno.

Assicurati di indagare su prezzi, pacchetti ed eventuali restrizioni (ad esempio il limite massimo al numero di ospiti) da diverse potenziali location di nozze e ricevimenti prima di firmare sulla linea tratteggiata. Anche se c’è un luogo che ti piace davvero a un prezzo conveniente, continua a guardarti in giro. Se non sai da dove cominciare leggi la nostra guida sulla scelta della location del matrimonio!

Nota: alcune coppie assumono un wedding planner prima di scegliere un luogo, altre lo fanno dopo la conferma della location: tutto dipende dal tipo di assistenza di cui hai bisogno.

13. Trova i fornitori con cui ti senti a tuo agio

Foto di Garneri Videografia
Foto di Garneri Videografia

La coppia media assume 13 fornitori incaricati di dare vita al matrimonio dei loro sogni. Possono sembrare molti, ma è importante assumere le persone giuste per far in modo che tutto vada per il verso giusto? Qualche esempio? Fotografi e videomaker, wedding planner, band e musicisti per l’intrattenimento musicale, professionisti in addobbi e allestimenti, servizi di catering, make-up artist, hair stylist, animatori, e ti assicuriamo che questa lista può continuare!

Quando si tratta di prenotare un fornitore, è essenziale non affrettarsi a prendere decisioni. Considera opzioni diverse per assicurarti che questi importanti partner del giorno del matrimonio comprendano la tua visione e possano anche lavorare in base al tuo budget.

I venditori di matrimoni sono i dadi e i bulloni che permettono all’intera macchina organizzativa di funzionare senza intoppi, quindi assicurati che siano una squadra di persone in grado di lavorare alla perfezione con te e, soprattutto, tra di loro.

14. Leggi attentamente ogni contratto

Prima di firmare su qualsiasi linea tratteggiata, assicurati di rivedere attentamente ogni dettaglio di tutti i contratti che organizzi con i tuoi fornitori di matrimoni, inclusi data, luogo, orari, depositi, costi aggiuntivi, quantità: tutto deve essere inserito nel contratto perché se non lo è, o è scritto in modo ambiguo, non potrai tutelarti se il lavoro non viene eseguito correttamente.

Diffidare delle politiche di cancellazione estreme o degli accordi con termini unilaterali. Ad esempio, un contratto dovrebbe delineare cosa succede se una delle parti annulla, non solo il cliente. Leggi attentamente tutte le politiche relative alle modifiche nell’ambito del servizio, il che significa che le tariffe potrebbero essere riviste in caso tu richieda ulteriori aggiunte. Tali politiche sono una pratica standard in questo settore, ma è necessario assicurarsi di essere a conoscenza dei termini. Ad esempio, se il tuo contratto richiede il catering per una lista di ospiti di 50 persone ma in seguito decidi di invitarne 80, andrai incontro ad un aumento dei costi. Allo stesso modo, una sede potrebbe avere un numero minimo di ospiti richiesto, il che può essere problematico se il totale degli invitati è inferiore alla stima originale.

Infine, fai attenzione ad un’altra cosa: molti fornitori possono farti firmare una lettera d’incarico non un contratto. La lettera d’incarico è un semplice documento con il quale gli sposi conferiscono ad un fornitore il compito di svolgere il suo servizio come meglio crede, senza particolari oneri. Al contrario, il contratto ti dà la garanzia di avere esattamente il servizio di cui hai bisogno, perché mette nero su bianco diritti e doveri di sposi e fornitore, con specifiche richieste/regole concordate tra le due parti.

15. Prenota l’albergo

Che si tratti di un matrimonio fuori regione o di una celebrazione locale, è probabile che alcuni ospiti avranno bisogno di un posto dove pernottare la notte del matrimonio. È un gesto premuroso prendere in carico questa necessità, prenotando le camere nella stessa location del ricevimento (se questa è attrezzata), oppure in una struttura nelle vicinanze. Ciò eviterà a molti dei partecipanti di dover fare svariati km al termine dei festeggiamenti lunghi e sfiancanti. Molti hotel possono persino fornire una tariffa scontata a seconda del numero di camere richieste.

16. Sbriga le pratiche burocratiche

Foto di Danieledonatifilms
Foto di Danieledonatifilms

Almeno 9 mesi prima della data stabilita, è bene attivarsi per ottenere tutta la documentazione necessaria al disbrigo delle pratiche burocratiche. Di seguito tutti i certificati e l’iter da seguire per la cerimonia.

Rito religioso cristiano:

  • Certificato di battesimo
  • Certificato di cresima
  • Certificato di stato libero ecclesiastico, attestante che i futuri coniugi non si siano già sposati
  • Attestato corso prematrimoniale
  • Nulla osta ecclesiastico, se ci si sposa in parrocchie differenti da quella di appartenenza
  • Certificato di consenso religioso alle nozze, ottenibile dopo un colloquio individuale con il parroco.

A questo punto sarà possibile procedere con l’affissione delle pubblicazioni canoniche che dovranno rimanere esposte per 8 giorni (comprendendo due domeniche) nelle rispettive parrocchie dei futuri sposi. Il parroco stesso vi rilascerà la richiesta per le pubblicazioni civili da richiedere in Comune. Ti sposi con rito religioso? Segui la nostra guida su come organizzare un matrimonio in chiesa

Nel caso in cui abbiate scelto il rito civile la documentazione necessaria è la seguente:

  • Atto di nascita
  • Certificato contestuale che comprende cittadinanza, residenza e stato libero
  • Certificato di divorzio per chi è già stato sposato
  • Atto di morte del coniuge precedente per chi è vedovo

In seguito alla richiesta di questi attestati viene fatto il giuramento di matrimonio al quale segue l’affissione delle pubblicazioni civili per 8 giorni nei comuni di residenza degli sposi. Sono necessari quindi altri 4 giorni per raccogliere eventuali opposizioni. Se non ci sono opposizioni viene rilasciato il nulla osta che autorizza il matrimonio. A partire da questo momento gli sposi hanno 180 giorni per celebrare le loro nozze.

Una volta tolto il pensiero dell’iter burocratico sarebbe bene stabilire una meta per il viaggio di nozze in maniera tale da poter valutare con calma più possibilità e trovare offerte vantaggiose. A tal proposito è consigliabile dare un’occhiata anche ai permessi matrimoniali. Non dimenticare, infine, di richiedere l’assegno per il congedo matrimoniale

17. Acquista l’abito da sposa

Trovare l’abito da sposa perfetto è un processo tutto suo. Ti consigliamo di iniziare la tua ricerca subito dopo aver scelto la tua sede, in quanto ciò ti darà abbastanza tempo per accessori e modifiche. idealmente, dovresti cominciare a fare shopping circa 7/8 mesi prima della data del matrimonio, mentre l’abbigliamento dello sposo può essere programmato intorno anche entro i 5 mesi.

Magari hai già un’idea ben chiara di come dovrebbe essere, perché l’hai sognato da sempre. Oppure potresti essere disorientata: cosa succede se non riesci a trovare l’abito giusto, e come fai a sapere se è quello? Dai romantici abiti da ballo senza spalline agli eleganti abiti da sirena, le possibilità sono infinite. Per questo abbiamo realizzato una guida per aiutarti a scegliere l’abito da sposa perfetto!

Non dimenticare che avrai anche bisogno di abiti per qualsiasi evento pre-matrimonio come bridal shower o addio al nubilato.

18. Crea un sito web per il tuo matrimonio

Evita di ricevere infinite e-mail e messaggi di testo dagli ospiti creando un semplice sito Web di nozze in cui possono controllare i dettagli del tuo matrimonio ed essere aggiornati in tempo reale. Includi informazioni importanti come date, orari, luoghi, codici di abbigliamento, registri, trasporto e alloggio e un giorno di itinerario. Tutto ciò che appare sugli inviti dovrebbe essere presente nella pagina di benvenuto del sito web. Al termine del matrimonio puoi utilizzare quello stesso sito per caricare le foto e i video della giornata.

19. Definisci la lista di nozze

Tu e il tuo partner dovreste iniziare a creare una lista dei desideri di potenziali regali che vorreste ricevere dagli ospiti molto presto. Se i regali tradizionali non fanno per te, puoi optare per idee più creative, ad esempio per finanziare cose come la tua luna di miele o un acconto su una nuova casa, o optare invece per un contributo di beneficenza. Queste informazioni devono essere riportate sul sito web del matrimonio o su un foglio a parte contenuto nelle partecipazioni, mai sull’invito di nozze stesso.

20. Dedicati al fai da te (strategico)

Gli elementi decorativi per matrimoni fai-da-te possono essere convenienti e possono aggiungere alcuni tocchi incredibilmente personali al giorno del tuo matrimonio. Ma c’è una parola d’ordine: non esagerare, o finirai con più lavoro di quanto tu possa sostenere. Molti progetti fai-da-te possono essere fatti con largo anticipo, tra cui bomboniere, pensierini di benvenuto, ecc.

Non abbiate paura di incorporare alcuni tocchi sinceri e personali nei festeggiamenti del giorno del vostro matrimonio. Ricorda, questo è il tuo giorno! Per cose come allestimenti, addobbi o cibo per il giorno del matrimonio, l’aiuto professionale è l’alternativa migliore.

21. Scegli gli inviti

Foto di Giorgio Di Fini
Foto di Giorgio Di Fini

Inizia a pianificare la cancelleria del tuo matrimonio non appena hai definito lo stile della giornata e hai confermato la location. Le partecipazioni di matrimonio in genere vengono inviate 9 mesi prima della data del matrimonio per un matrimonio di destinazione e da 4 a 6 mesi prima per le nozze locali. Dovresti chiedere la conferma di partecipazione ai tuoi ospiti entro e non oltre un mese prima della celebrazione in modo che non ci siano sorprese dell’ultimo minuto.

Se stai organizzando un matrimonio sostenibile puoi anche preferire le partecipazioni digitali alle varianti cartacee: le possibilità di personalizzazione sono pressoché totali e, al pari delle parenti cartacee, le partecipazioni elettroniche richiedono particolare attenzione in termini di grafica, colori, scritte e font. E’ un modo innovativo di mostrare i dettagli del giorno più importante della vostra vita e per informare, in modo originale, i vostri invitati.

In alternativa, potrai stupire tutti con gli inviti piantabili. A differenza degli inviti standard, i biglietti piantabili sono solitamente composti da cotone tessile riciclato e semi di diverse piante o fiori. In questo modo, non solo i loro materiali sono riciclati ed ecologici, ma sono anche germinabili. Si tratta di un modo per dare una seconda vita alla partecipazione, piantando la carta e ricordando l’evento con il germogliare della pianta. 

22. Acquista le fedi nuziali

La scelta delle fedi nuziali spesso è fatta in accordo da entrambi gli sposi, che puntano qualcosa di particolare, con vari diamanti, fedi bicolore, ecc.. ma spesso la scelta ricade sulla fede nuziale per antonomasia ovvero il modello di fede classica, in oro giallo.

Le fedi nuziali sono spesso acquistate quindi regalate dai testimoni degli sposi, ma anche dai familiari; oppure ci sono coppie che si scambiano le fedi in dono. La maggior parte degli sposi decide di incidere sulla fede i propri nomi e la data, invertendo i nomi: ovvero nella fede maschile, il nome della sposa e viceversa.

Il nostro consiglio è di acquistare le fedi almeno 1 mese prima del matrimonio, anche per verificare l’esattezza delle misure, qualora non fossero corrette, è possibile effettuare una piccola modifica e messa a misura in tempo per la data del fatidico sì.

23. Partecipa alla cena di prova

La cena di prova è un mini-evento che si tiene prima del matrimonio con lo scopo principale di testare in anticipo tutto, ma proprio tutto quello che vorremmo per il banchetto il giorno del matrimonio, dalle decorazioni al menù, dai vini al servizio.

Non c’è una data precisa prestabilita per l’organizzazione della cena di prova. In genere si fa non molti giorni prima della cerimonia ufficiale, quando cioè si fanno anche le prove per quest’ultima e si effettuano gli ultimi controlli e sopralluoghi.

È un’occasione davvero imperdibile per chi sogna per il proprio matrimonio “la giornata perfetta”: durante la cena di prova occhi aperti per osservare tutte le eventuali sbavature nel servizio, la disposizione dei tavoli e dei posti, le luci, i fiori, le decorazioni e massima attenzione per testare i piatti e gli abbinamenti con i vini.

24. Considera un coordinatore giornaliero

Anche quando un wedding planner a servizio completo non è nel budget, assumere un professionista per supervisionare i dettagli del giorno può essere un punto di svolta. Terrà traccia dei fornitori per te, terrà d’occhio il programma e ti aiuterà con tutti i dettagli dell’ultimo minuto e le attività in loco per cui semplicemente non avrai tempo. Basta non lasciare la prenotazione fino all’ultimo minuto perché, anche se dovrà fare semplicemente da coordinatore il giorno stesso, l’ideale è ingaggiarlo con 6/8 mesi di anticipo.

25. Pianifica la luna di miele

Foto di GLPSTUDIO Photo & Video
Foto di GLPSTUDIO Photo & Video

Potresti pensare molto a come pianificare il tuo matrimonio passo dopo passo, ma non dimenticare la luna di miele! Se hai intenzione di partire per la luna di miele poco dopo il matrimonio, è tempo di scegliere una location, prenotare il viaggio e l’alloggio e iniziare a pianificare un itinerario.

Pianificare contemporaneamente un matrimonio e una luna di miele da sogno non è solo costoso ma anche molto dispendioso in termini di tempo. Soprattutto se voi due state facendo tutto da soli. Potrebbe essere una buona idea posticipare un po’ la pianificazione della luna di miele. Molte coppie consigliano di distanziare il matrimonio e la luna di miele per apprezzare davvero tutto, piuttosto che essere troppo prosciugati dalla pianificazione del matrimonio per godersi appieno la fuga post-nuziale.

Da dove partire? Dai suggerimenti che puoi trovare su Showgroup!

26. Crea una tabella dei posti a sedere per ricevimenti di nozze

Lavora con il tuo fornitore o wedding planner per determinare quanti tavoli può ospitare il tuo luogo di ricevimento di nozze. Quindi, utilizza uno strumento online per capire chi si siede dove, tenendo a mente le relazioni e le dinamiche familiari. Una volta finalizzata la tabella dei posti a sedere (di solito una settimana o giù di lì prima del matrimonio), assicurati di inviarla al tuo fornitore, in modo che possa realizzare tableau e segnaposto.

27. Finalizzare i dettagli dell’allestimento

Con l’avvicinarsi della data del tuo matrimonio, fai il check-in presso la location per scoprire quando i tuoi fornitori possono arrivare per organizzare l’allestimento. Prima è, meglio è, ma in alcuni casi, le strutture possono avere altri eventi in corso lo stesso giorno. Assicurati di trasmettere le informazioni ai tuoi fornitori in modo che tutti siano tutti sincronizzati.

28. Crea una playlist

Indipendentemente dal fatto che tu abbia ingaggiato una band dal vivo, un DJ o che una persona che gestisca la playlist in autonomia, dovrai delineare tutte le canzoni chiave che devono assolutamente essere suonate durante i festeggiamenti nuziali. Altrettanto importante: non dimenticare di creare anche un elenco delle canzoni che sicuramente non vuoi ascoltare.

29. Pianifica la timeline

Foto di Gilda Fontana - Cinematicstories
Foto di Gilda Fontana – Cinematicstories

La creazione di una timeline dettagliata per il giorno del matrimonio garantisce che tutti siano sulla stessa lunghezza d’onda su tempi e luoghi, e aiuta a garantire che gli eventi del giorno si svolgano senza intoppi.

Includi cose come appuntamenti per capelli e trucco, quando arriveranno i fornitori, tempi per il trasporto da / per l’arrivo al luogo della cerimonia, tempi per l’arrivo della coppia presso la location, il tempo da dedicare al servizio fotografico, i discorsi e il primo ballo, quando la torta verrà tagliata, ecc.

Stampa (o invia copie via e-mail) al tuo wedding planner, fotografo, damigella d’onore, membri chiave della famiglia, tutti i fornitori e chiunque altro dovrebbe essere a conoscenza.

30. Scrivi i voti

Togliti il cappello da wedding planner solo per un momento e indossa il tuo velo da sposa. Concediti qualche momento di solitudine per raccogliere i tuoi pensieri e organizzare carta e penna mentre formuli le dichiarazioni d’amore e le promesse nuziali che farai al tuo futuro coniuge quando sarai sposata.

I tuoi voti matrimoniali saranno davvero tuoi solo se parleranno come te, con la tua voce e le tue parole. Scrivi le tue promesse nuziali in una forma grammaticale corretta, ma evita paroloni altisonanti se normalmente non ne fai uso.

31. Dì grazie

La gratitudine fa molto. Assicurati di organizzare piccoli regali per gli invitati della tua festa di nozze e chiunque altro abbia avuto un ruolo importante nel tuo viaggio di pianificazione del matrimonio, inclusi gli amici che si sono presentati per aiutarti con tutti i tuoi progetti di matrimonio fai-da-te e, naturalmente, i genitori o altri membri della famiglia che sono stati lì per te e ti hanno supportato lungo la strada. Non esitate ad esprimere un ringraziamento speciale durante il brindisi di nozze.

32. Sposati!

Foto di Mirko Ciferni
Foto di Mirko Ciferni

Il grande giorno è finalmente arrivato! Tu, il tuo partner, le tue famiglie e i tuoi fornitori avete lavorato duramente per seguire tutti i passaggi per pianificare il matrimonio, quindi godetevi ogni minuto!

Non preoccuparti delle minuzie e se alcune cose non sono perfette. Cosa noteranno sicuramente gli ospiti? Una coppia stressata che è sopraffatta da dettagli dell’ultimo minuto. Quando il giorno del tuo matrimonio gira, cerca di rilassarti e goditi tutti i momenti speciali con i tuoi cari.